Trieste – sparatoria davanti alla questura, morti due poliziotti

Trieste

Trieste – pochi minuti fa è arrivata la notizia di una sparatoria davanti alla questura dove sono morti due poliziotti.

La sparatoria:

Sono stati due i poliziotti che hanno perso la vita oggi pomeriggio durante una sparatoria davanti alla questura di Trieste, un terzo poliziotto, invece, ferito e trasportato d’urgenza in ospedale.

Sono due gli aggressori fermati, uno dei due ferito durante la sparatoria.

Le prime ricostruzioni:

Ancora non sono chiari i motivi che hanno spinto uno dei due aggressori ad aprire il fuoco, secondo le prime ricostruzioni giunte fino a noi i due, portati in questura per accertamenti, avrebbero aperto il fuoco.

Uno dei due, avrebbe chiesto di andare in bagno, successivamente avrebbe colpito uno dei due poliziotti rubandogli la pistola. Una volta nelle sue mani avrebbe aperto il fuoco contro due agenti della Polizia di Stato, vani i soccorsi.

La seconda persona accompagnata in questura per accertamenti, avrebbe provato a fuggire ma catturata poco dopo mentre stava cercando di rubare un auto della polizia.

La zona circostante sarebbe stata isolata immediatamente, un terzo agente è rimasto ferito durante la colluttazione.

Un testimone:

Un testimone titolare di un locale che si trova nei pressi della questura ha dichiarato di aver sentito degli spari nel tardo pomeriggio di questa sera, subito dopo ha visto uscire dall’ingresso principale un uomo con un’arma in mano. Per fuggire stava tentando di rubare una macchina della polizia, la vettura era però chiusa.

Gli agenti che erano presenti all’interno della questura lo hanno tempestivamente raggiunto e bloccato a terra.

I responsabili della sparatoria sono stati fermati, da una prima ricostruzione si tratterebbe di due rapinatori, uno dei quali straniero.

Si attendono nuovi aggiornamenti su questo grave fatto di cronaca che ha colpito la città Trieste nella tarda serata di oggi. Continuate a seguirci per ricevere ulteriori aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *