F1 | Adesso è ufficiale, Sebastian Vettel divorzia dalla Ferrari

Era già stato anticipato nella notte, adesso è ufficiale, Sebastian Vettel lascia la Ferrari a fine anno. La storia tra la Ferrari è Seb è infatti, giunta ormai al capolinea. Il quattro volte campione ha deciso di guardare oltre e cercare nuove possibilità.

Sebastian è arrivato alla Ferrari nel 2015, dopo anni di successi con la Red Bull.

Con la scuderia austriaca ha infatti, vinto quattro titoli. Purtroppo però, non è riuscito a conquistare il quinto con la scuderia del Cavallino.

A comunicarlo è la Ferrari:

Il comunicato ufficiale è arrivato poche ore fa dalla Ferrari che ha confermato la decisione del pilota tedesco di non proseguire la sua carriera in Rosso. “Il mio rapporto con la Ferrari terminerà alla fine del 2020” queste le parole semplici ma che a molti fanno male del pilota tedesco.

Adesso chi chiamerà la scuderia di Maranello?

Sono due le alternative. Carlos Sainz o Daniel Ricciardo? Il primo, spagnolo 25 enne della McLaren sembra uno dei nomi più probabili in questo momento.

Lo spagnolo della McLaren nel 2019 ha saputo dimostrare il suo talento e questo ha sicuramente affascinato la Ferrari. Ha corso ben 102 GP conquistando nel 2019 il suo primo podio.

L’alternativa, è un pilota molto più esperto, Daniel Ricciardo al momento alla Renault ma in scadenza di contratto. Il pilota australiano ma di origini italiane si è sempre accompagnato al nome Ferrari. Potrebbe essere la volta buona?

I motivi della separazione:

I motivi che hanno spinto il quattro volte campione a lasciare la Ferrari dopo cinque anni, l’ultimo fatto di alti è bassi, sarebbero motivi legati ad una questione contrattuale, la Ferrari infatti avrebbe proposto un’offerta di contratto che non sarebbe stata ritenuta soddisfacente per il tedesco.

Il tedesco si metterà in gioco nuovamente in una nuova scuderia? questo ancora non lo sappiamo e non sappiamo neanche chi arriverà al suo posto.

Formula 1: nuovo circuito in Vietnam e ultime news sul penultimo appuntamento in Brasile

Il Gran premio di Formula 1 allarga i suoi orizzonti ed arriva fino in Vietnam, dal 2020, infatti, arriverà una nuova pista, ad Hanoi, questo quindi è il quarto appuntamento in Asia, dove già conosciamo i circuiti di Singapore,Cina e Giappone.

Ci aspetteranno curve che saranno lente per poi diventare medie ed infine essere percorse ad alta velocità, come solo la magia della Formula 1 sa regalare.

Quanto è lunga la pista? 


Hanoi sarà un circuito cittadino, un pò come Singapore e Montecarlo, ma con una lunghezza di ben 5.565 km e ben 22 curve che verranno percorse ognuna a diverse velocità.

Gran Premio del Brasile;

Manca un giorno alla partenza del Gran Premio del Brasile, penultimo appuntamento per gli appassionati di Formula 1, si chiuderà ad Abu Dhabi, dove il titolo di campione del Mondo. Verrà consegnato a Lewis Hamilton.

Questo penultimo appuntamento a Interlagos potrebbe regalarci un grande spettacolo, dato che la gara è ormai aperta e i giochi sono stati fatti, forse durante il Gran Premio di Germania, con l’errore di Sebastian Vettel, forse no.

Ma tornerà Sebastian Vettel a vincere?

Ormai spento in diverse interviste, lo abbiamo visto complimentarsi con Hamilton dopo l’ultimo Gran Premio, in Messico, potrebbe trovare la voglia di tornare a vincere questa penultima gara.

Lewis Hamilton campione del Mondo;

Arriva così al suo quinto titolo mondiale the Hammer, raggiungendo il grande Manuel Fangio, sarà lui a salire sul podio più alto in Brasile ? Lo scorso anno non andò proprio così, infatti, salì sul podio il pilota della rossa, Sebastian Vettel.

Per quanto riguarda il meteo, il circuito di San Paolo questo fine settimana sarà interessato da una perturbazione, che potrebbe far variare il clima improvvisamente, è prevista comunque pioggia, che interesserà sia le qualifiche che la gara.

Appuntamento su Sky Sport l’11 Novembre alle ore 18:10 per vivere l’emozione del Gran Premio del Brasile!

 

Formula 1: https://www.facileperte.com/?p=824&preview=true

Max Verstappen vince il gran premio del Messico

Luci puntate tutte su Max Verstappen che conquista il Messico incoronandosi così vincitore di questo gran premio, proprio come l’anno scorso, arriva per lui un’altra vittoria in questo circuito, che probabilmente porterà molta fortuna al pilota olandese.

Lewis Hamilton si laurea invece, campione del mondo, proprio in questo circuito dove non pochi sono stati i problemi in casa Mercedes, non è stata una gara per lui da ricordare, sicuramente, ma porta a casa comunque il titolo per la quinta volta di campione del mondo.
Male e sfortunato Daniel Ricciardo, dopo una partenza disastrosa, nella quale avrebbe potuto sfruttare il fatto di trovarsi in prima posizione e comunque dopo una qualifica straordinaria, togliendo il posto al suo compagno di squadra Verstappen, si ritrova a dieci giri dalla fine, fuori dal circuito a causa di un problema alla sua Red Bull, arriva così per lui l’ottavo ritiro stagionale.
Buone le due Ferrari che si piazzano sul podio, riaprendo così il mondiale costruttori,
Sebastian Vettel ha infatti creato la sua gara, con un po’ di alti e bassi ma che comunque gli ha riservato la seconda posizione, il tedesco a fine gara si è congratulato con il campione del mondo, una bella immagine, terzo a salire sul podio è Kimi Raikkonen, anche per lui non è stata una gara molto semplice.
Lewis Hamilton arriva a quota cinque mondiali vinti eguagliando così Manuel Fangio e superando Alain Prost e Sebastian Vettel, adesso gli mancano solo altri due titoli per arrivare a Michael Schumacher che ne ha sette.
Il campionato di Formula 1 sta quindi per volgere al termine, mancano le ultime due gare, appuntamento quindi l’ 11 novembre alle 18:10 per il gran premio del Brasile e per concludere il 25 novembre alle ore 14:10 per il gran premio di Abu Dhabi, su Sky Sport F1.

GP degli Stati Uniti – Vince Raikkonen

Si è concluso da poco concluso il Gran premio degli Stati Uniti, ad Austin si rimanda la festa mondiale di Lewis Hamilton, ed è tutto da rifare in Messico.
Grande sorpresa in casa Ferrari, torna a vincere Kimi Raikkonen, non arrivava primo da ben 5 anni, grande vittoria quindi per lui e per tutti i tifosi Ferrari.

Lewis Hamilton rimanda tutto in Messico per poter festeggiare, gli basta infatti, un settimo posto per vincere questo mondiale.

Grande rivelazione della gara, ed anche pilota del giorno Max Verstappen, che parte 18 esimo per ritrovarsi a fine gara sul podio, a godersi il secondo posto.

Ennesimo di una lunga lista di errori quello di Sebastian Vettel, poco dopo l’inizio della gara, a causa di un contatto con il pilota della RedBull Daniel Ricciardo, si ritrova subito 14 esimo, tutto da rifare quindi, per il pilota della rossa a causa di un testacoda con uno sfortunato Daniel Ricciardo, che si troverà poco dopo a dover affrontare i suoi soliti problemi che lo porteranno a ritirarsi dalla gara.

Fioccano anche penalità, squalificato Ocon con la sua Force India, stessa sorte per i piloti Haas, Kevin Magnussen squalificato, mentre Grosjean partirà dalla griglia nel gran premio del Messico.

Cambia quindi la classifica costruttori adesso la Mercedes si trova a 66 punti di distacco dalla Ferrari, per quanto riguarda invece per quanto riguarda la classifica piloti, Lewis Hamilton si trova a 346 punti, solo 70 punti di distacco rispetto al pilota della rossa Sebastian Vettel che è a 276 punti, gli basterà quindi arrivare solo settimo nel gran premio del Messico per assicurarsi il mondiale, terzo Kimi Raikkonen con 221 punti.

Prossimo appuntamento in Messico, il 28 di ottobre alle ore 20:10, le qualifiche invece saranno il 27 ottobre alle ore 20 italiane, sarà possibile vedere il gran premio su Sky in diretta, ma non solo la gara, anche le qualifiche e approfondimenti tutti dedicati alla Formula 1.