Whatsapp, in arrivo anche la dark mode

Le novità in arrivo su Whatsapp saranno 3 all’inizio del 2020. Arriverà anche la dark mode sugli IPhone.

Anche il social più utilizzato di messaggistica ci riserva delle grandi novità, ma quali? 

Anzitutto quello che c’è da dire è che il social di Facebook è sempre in continuo sviluppo, infatti, i possessori di Iphone avranno sicuramente notato un nuovo aggiornamento, anche se solo in versione beta.

Per quanto riguarda le novità, Whatsapp introdurrà anche la dark mode, adeguandosi quindi a tutti gli altri social.

La dark mode ovviamente è ancora in fase di sperimentazione e non c’è una data per il rilascio ufficiale.

Il nuovo aggiornamento:

La nuova versione è la 2.20.10.23, ma in cosa consiste?

L’aspetto sicuramente più importante da evidenziare è la funzione dell’utilizzo limitato di dati. Quest’importante novità permette di risparmiar dei giga, che potrebbero rivelarsi preziosi, dato che tutti i contenuti che riceviamo in una chat (sì, sto parlando anche dei buongiornissimo) non saranno scaricati più in modo automatico quando li riceviamo. Questo aggiornamento è molto importante, proprio perchè non sempre ci interessano le immagini o le foto che riceviamo.

Questo importante aggiornamento riguarda anche le note vocali, anche loro dovranno essere scaricate prima di essere ascoltate.

Altra novità:

Le altre novità riguarderanno le notifiche del social, soprattutto i messaggi non letti.

Se non siete molto “social” oppure nell’ipotesi che abbiate da leggere più di 1000 messaggi (buona fortuna!) il numeretto sopra l’applicazione sarà visualizzato con la dicitura “999+).

L’altra interessate novità dei primi mesi del 2020 riguarderà la dark mode. La dark mode è molto attesa, soprattutto perchè consentirà di risparmiare batteria. 

Quando arriverà l’aggiornamento?

il nuovo aggiornamento che includerà anche la dark mode è atteso nei primi mesi del 2020, quindi probabilmente, entro primavera dovremo avere l’aggiornamento installato su tutti i nostri dispositivi, sia Ios che Android.

Facebook cambia look, arriva la Dark Mode

Il social più utilizzato presto cambierà look grazie alla Dark Mode

L’anno scorso Facebook aveva promesso ai suoi numerosi utenti un cambio di interfaccia, aveva garantito che ben presto sarebbe arrivata un’interfaccia molto più veloce.

Secondo le ultime notizie, questo cambio di stile starebbe per avvenire, dato che, una piccola percentuale di utenti ha avuto nelle scorse ore, modo di testare la nuova versione.

Facebook e la Dark Mode:

Gli utenti più fortunati, avranno notato sui propri dispositivi mobili un pop-up. La notifica in questione chiede proprio se vogliono provare la nuova versione di Facebook mentre loro si occupano di ultimarla.

Ma come si presenta la nuova interfaccia?

Un look più semplice e intuito, sotto certi aspetti anche più pulito rispetto al precedente, i colori sono più vivaci e lo sfondo meno ingombrante.

La Dark Mode sarà sicuramente una delle novità più interessanti anche perchè ci permetterà di avere un risparmio per quanto riguarda la batteria.

Inoltre, lo sfondo bianco al buio verrà sostituito dal colore nero in modo che gli occhi dell’utente non si affatichino.

Questa politica è già stata adottata da diversi social network, come ad esempio Telegram.

Manca però ancora su Whatsapp che lavora per rimanere sempre aggiornata.

Se però avete un dispositivo non aggiornato, dovete sapere che l’app di messaggistica smetterà di funzionare da febbraio.

Ecco i modelli:

Whatsapp da l’addio a numerosi smartphone in tutto il mondo a partire dai Windows Phone e Mobile ma da febbraio arriverà la stretta anche su altri modelli.

L’applicazione di messaggistica non si aggiornerà più sui modelli che includono un sistema operativo Android 2.3.7 e IOS8.

La scelta di non aggiornare più i dispositivi sta proprio in un fattore che riguarda la privacy degli utenti.

Con i prossimi aggiornamenti inoltre, potremo vedere la comparsa di alcune pubblicità. Nel corso delle prossime settimane arriveranno sul sistema di messaggistica degli annunci commerciali, che saranno molto probabilmente attivi all’interno delle Storie.

Non saranno interessate comunque le conversazioni tra gli utenti.

Whatsapp diventerà come Messenger di Facebook?

Whatsapp

Il noto sistema di messaggistica Whatsapp si aggiorna ogni giorno, ma questa volta potrebbe arrivare un aggiornamento che potrebbe non piacere a molti utenti. Scopriamolo.

Le ultime novità:

Sicuramente con l’arrivo della possibilità di aggiunta delle storie, visibili sono dai nostri contatti, l’applicazione di messaggistica in verde è diventata sempre più “social“.

Sono stati diversi gli aggiornamenti negli ultimi anni, dalla doppia spunta blu che ha permesso di diventare un pò invisibili, alle nuove emoji, ad una dark mode tutta nuova.

Ma Whatsapp diventerà davvero il nuovo Messenger di Facebook?

Sicuramente questo argomento è stato affrontato più volte, anche perchè ormai l’icona in verde appartiene a Facebook e forse presto arriverà una fusione.

Questo non piace sicuramente a molti utenti, che amano la loro privacy e ritrovarsi tra i contatti Whatsapp un’amicizia, magari estranea non è una cosa che aggrada molti.

Le nuove comunicazioni:

Stando alle prime indiscrezioni che sono giunte fino a noi, si tratterebbe parlerebbe quindi di un futuro diverso per Whatsapp, i nostri contatti infatti, non sarebbero più aggiunti tramite un numero telefonico, bensì tramite la nostra amicizia su Facebook.

Quindi potremo ritrovarci tra i nostri contatti colleghi di lavoro, il capo oppure semplicemente persone che non abbiamo mai visto in vita nostra.

Arriva la dark mode:

Sono tante le nuove funzionalità spicca la nuovissima dark mode, ancora si tratterebbe di una versione beta, certo.

Potrebbe però arrivare presto sui nostri dispositivi e con due tonalità, dal grigio scuro al grigio leggermente più chiaro.

Sono due quindi le configurazioni che potrebbe includere la nuova dark mode, al momento presente soltanto sul rivale Telegram.

Inoltre, con i nuovi aggiornamenti potrebbe arrivare per i dispositivi Android la modalità Picture – in – Picture, già presente su Ios, in questo modo, ad esempio i trailer delle vostre serie TV preferite su Netflix, potranno essere visualizzati senza il bisogno di aprire il link.

Dark Mode: fa risparmiare fino al 30% di batteria

dark mode

La dark mode, cioè la modalità scura che possiamo attivare nei nostri dispositivi e che pian piano stiamo ritrovando nelle app fa risparmiare batteria.

La dark mode:

Inizialmente l’abbiamo trovata su Telegram, poi pian piano è stato un crescendo fino all’aggiornamento di Ios che ci ha permesso di poter attivare la modalità scura in automatico ad un determinato orario, ad esempio al tramonto.

Diversi test nelle ultime settimane hanno dimostrato che la modalità scura farebbe risparmiare fino al 30% di batteria sui nostri dispositivi.

Il confronto:

E’ stato un confronto a fare la differenza ed è avvenuto su uno degli Iphone che hanno fatto ingresso nel mercato negli ultimi anni, l’Iphone XS, dotato di uno schermo Oled e dell’ultimo aggiornamento di IOS, il 13.

Sono stati messi a confronto due dispositivi Apple, identici, sul primo è stata attivata la dark mode, sul secondo no.

Il test è andato avanti fino al cedimento della batteria, tra Youtube, Whatsapp, Google Maps, Facebook, Instagram e Twitter.

Il test:

L’esame ha quindi dato i suoi frutti è il vincitore è stato proprio l’Iphone XS con la dark mode attiva. Infatti, uno schermo meno luminoso farebbe risparmiare molta più batteria, oltre, ovviamente al fatto che gli occhi riposano molto di più con uno schermo particolarmente poco luminoso.

Se non avete ancora aggiornato il vostro Iphone, cosa aspettate a farlo?

E’ molto semplice, basterà andare nelle impostazioni del vostro dispositivo è selezionare la voce “generali” fino a scorrere sulla voce “aggiornamento software”.

Gli aggiornamenti possono essere avviati soltanto tramite una rete wifi e con almeno la metà della batteria carica, oppure con il dispositivo attaccato ad una fonte di corrente.

La dark mode è disponibile sia per i nuovi Iphone che per quelli più “datati” come ad esempio, gli Iphone 6s o 6s Plus e successivi, ma non solo, è attivabile anche sugli Ipad.