Perchè gli utenti stanno abbandonando Whatsapp per Signal?

Tanti di voi avranno sicuramente già ricevuto la notifica di Whatsaspp sulle nuove impostazioni della privacy che entrerà in vigore dall'8 febbraio, entro quella data, dovrete accettare per poter continuare ad utilizzare il servizio di messaggistica forse, più famoso al mondo.

Ecco cosa cambia su Whatsapp

Ma molti utenti non ci stanno e hanno deciso in queste ore di abbandonare il famoso social verde per utilizzare sistemi alternativi, tra questi Telegram, abbastanza conosciuto e Signal.

Signal:

Complice sicuramente un tweet di Elon Musk, solo due parole: "Use Signal" e molte persone hanno accolto positivamente il mesaggio e hanno deciso di migrare verso quest'applicazione gratuita che fa della privacy il suo punto di forza che sicuramente piace a tanti.

Download di Signal qui

Ma qual è la differenza?

Signal memorizza davvero pochi metadati.

In sostanza sui suoi server vengono salvati soltanto il giorno in cui chi utilizza il sistema si connette al servizio, mentre, per quanto riguarda le chat e tutti i file, restano memorazzi soltanto sul dispositivo.

E poi?

Signal usa un protocollo che protegge le vostre conversazioni, in pratica, gli utenti di una chat possono verificare da soli l'identità di chi con chi chatta.

Questo sicuramente porta moltissimi utenti a migrare su questa nuova piattaforma che nel giorno di poche ore ha superato in classifica sia Telegram che Whatsapp.

Il messaggio sulla privacy di Whatsapp:

Ma torniamo al messaggio comparso sulla vostra app Whatsapp, sappiamo che gli utenti europei sono tutelati dal regolamento comunitario sulla protezione dei dati ma sappiamo anche che la privacy è molto importante soprattutto adesso e sapere che sarà obbligatorio accettare le nuove regole ha destato diversi sospetti che hanno immediatamente spinto molte persone ad eliminare il proprio account.

E voi? continuerete ad utilizzare Whatsapp oppure opterete per un altro sistema di messaggistica? Lasciateci un commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *