Parigi | attacco alla prefettura – si contano cinque morti

Parigi

Sarebbe salito a cinque il numero dei morti durante l’attacco nei pressi della prefettura di Parigi. Lo riporta Le Parisien tra le vittime anche l’assalitore.

L’assalitore:

Ancora una volta, una notizia di cronaca francese, dopo i numerosi attacchi terroristici e dopo l’incendio divampato nella cattedrale di Notre Dame.

Questa volta l’assalitore pare fosse un funzionario della prefettura, dietro le sue spalle 20 anni di lavoro all’interno della stessa.

Secondo alcune fonti, pare avesse 45 anni anni, nato a Fort de France, era un portatore di handicap, nulla poteva far presagire la tragedia, dato che l’assalitore era considerato anche come un impiegato modello.

Da qualche tempo si era però convertito all’Islam, esattamente da un anno e mezzo, secondo alcune fonti locali.

Quattro le persone accoltellate:

In base alle prime ricostruzioni, sarebbero quattro le persone accoltellate all’esterno della prefettura di Parigi, l’autore avrebbe agito, accoltellando le persone una ad una. La follia sarebbe iniziata intorno alle 13:00 del pomeriggio, quando l’uomo, armato di pugnale ha accoltellato prima una poliziotta che si trovava vicina all’ufficio dell’uomo, poi ha iniziato a vagare all’interno del commissariato, uccidendo un altro agente che si trovava all’interno di un ufficio. Il terzo uomo si trovava sulle scale, il quarto nel cortile della prefettura.

Delitto passionale:

Secondo alcune fonti, potrebbe trattarsi di un delitto passionale, in ogni caso, non si escludono altre piste.

Sul posto il presidente francese Emmanuel Macron, che ha mostrato solidarietà e sostegno.

Nel tardo pomeriggio un fermo, infatti pare che, secondo fonti locali sia stata arrestata la moglie dell’uomo. La notizia l’ha riferita la procura parigina, La donna pare sia musulmana, lo affermano alcuni testimoni residenti nello stesso quartiere della coppia.

Gli inquirenti hanno inoltre perquisito l’abitazione dell’uomo, per ulteriori aggiornamenti e ulteriori informazioni sull’attentato alla prefettura continuate a seguire la nostra pagina in constante aggiornamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *