Meduse | quali sono le cose da fare dopo una puntura di medusa? Come comportarsi?

A chi non è mai capitato di vedere una medusa vicino a noi mentre stavamo facendo il bagno?

Oppure di essere punti all’improvviso? Le meduse sono un pò il terrore di tutti i bagnanti, soprattutto quando il mare è molto agitato, impossibile vederle.

prestare attenzione è molto importante anche se quelle che si trovano nel nostro mare non sono molto urticanti.

ma cosa fare quando si viene punti da una medusa? Quali sono i primi comportamenti da tenere? 

Questa guida potrebbe servirvi proprio per capire qual è il comportamento da tenere nel caso di puntura di una medusa.

Anzitutto, le meduse sono composte totalmente da acqua o quasi, i loro tentacoli però sono davvero molto urticanti.

Nei nostri mari non sono presenti meduse particolarmente pericolose, come capita nei mari australiani oppure in altre parti del mondo.

Il contatto con una medusa infatti, non porta a gravi conseguenze, tranne che per alcuni soggetti ovviamente, infatti il veleno delle meduse per alcuni potrebbe significare lo shock anafilattico.

Solitamente la fase più difficile è quella dei primi 20 minuti, quando si viene a contatto con la ventosa della medusa, segue poi una seconda fase, quella dell’indolenzimento.

Ma cosa si deve fare in caso di puntura di una medusa?

Prima di tutto la cosa più importante da fare è bagnare la parte urticanti con l’acqua del mare, l’acqua salata infatti, diminuisce il dolore al contrario dell’acqua dolce.

Se sono presenti ancora i tentacoli, cercare di pulire la zona, ma non a mani nude.

Avere sempre a disposizione una crema adatta alle punture delle meduse, reperibile in qualsiasi farmacia, molto facilmente.

Comportamenti da evitare:

Sono molti i comportamenti da evitare per non aumentare il fastidio della puntura della medusa, tra questi ad esempio applicare del limone o dell’alcool sulla zona interessate oppure grattare la stessa parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.