F1: Disastro Ferrari, Hamilton sul podio

Le luci del circuito Marina Bay di Singapore si sono spente ieri, sul podio a godersi la vittoria Lewis Hamilton, Max Verstappen e Sebastian Vettel.

Lewis Hamilton a bordo della sua Mercedes sale a sette vittorie nel 2018 e si porta in testa alla classifica piloti, dove già era, ma con un vantaggio di + 40 punti rispetto al pilota della Ferrari Sebastian Vettel.

Il pilota britannico in qualifica aveva già stupito, facendo un giro da lui definito straordinario, ma andiamo a ripercorrere la gara, dallo spegnimento dei semafori alla bandiera a scacchi. 

Primo giro che inizia con l’ingresso in pista della safety car a causa di un contatto ruota a ruota tra le due Force India, quindi scontro Perez — Ocon che finirà sotto investigazione e che costringerà Ocon al ritiro. 

Intanto Vettel conquista la seconda posizione, superando Max Verstappen e la sua Redbull, ma questo dura davvero molto poco, il tedesco rientrerà subito ai box per il cambio gomme, decisione azzardata, dato che è soltanto il sedicesimo giro, monta le ultrasoft, che purtroppo lo immobilizzano,  si ritrova primo Daniel Ricciardo, altro pilota Redbull che il prossimo anno diventerà Renault, sarà leader di Singapore fino al pit, dove prenderà successivamente la posizione Hamilton, sarà così quindi fino alla bandiera a scacchi, dietro un Verstappen che vuole la prima posizione, ma purtroppo,  si dovrà accontentare di un secondo posto. 

Finisce così la gara di Singapore, con una rossa piazzata al terzo posto, che forse ha sbagliato strategia, che forse doveva spingere di più, che forse doveva crederci di più.

In quinta posizione l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen che guadagna 10 punti, sesto, invece, Daniel Ricciardo che di punti ne riceve 8.

Prossima gara in Russia il 30 settembre alle 13:10, per tutte le novità sulla Formula 1  e per rimanere aggiornati continuate a seguirci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *