F1 al lavoro per la seconda parte del calendario, potrebbero saltare altri GP

Molto presto potremo vedere il calendario completo della stagione di Formula Uno e con tutta probabilità si aggiungeranno altri Gran Premi in Europa.

Tra queste anche un secondo appuntamento in Italia, al Mugello che potrebbe essere confermato tra qualche giorno.

Ormai

La stagione di Formula uno sta per iniziare ma del calendario completo ancora nessuna traccia. La settimana prossima si partirà dall'Austria per il primo Gran Premio della stagione.

Fino ad oggi, sono state soltanto otto le gare confermate a causa dell'emergenza Coronavirus infatti, molti gran premi sono stati annullati, altri cancellati.

State tranquilli però, perchè il calendario che dovrebbe comprendere altre nove gare dovrebbe arrivare a breve.

Cosa accadrà dopo Monza?

Il dopo Monza è incerto, il GP d'Italia infatti, è l'ultima conferma di questo 2020 per adesso. Dopo il 6 settembre, con molta probabilità, si aggiungeranno altre tappe europee, vista anche la situazione drammatica che in questo momento stanno vivendo il Nord, Centro e Sud America.

Secondo le indiscrezioni, dopo Monza si terrà un altro gran premio tricolore, questa volta al Mugello e potrebbe corrersi il 13 settembre.

Una cosa però non esclude l'altra, infatti in calendario potrebbero essere aggiunti anche i circuiti di Portimao e Imola. Il primo circuito, in Portogallo è stato preso diverse volte in considerazione, soprattutto nelle scorse ore. Questo, potrebbe ospitare la Formula Uno con una doppia gara tra fine settembre e gli inizi di ottobre, in modo da andare a sostituire il Gran Premio di Russia, sempre più incerto.

Per quanto riguarda Imola invece, sembrerebbe essere così vicino ma allo stesso tempo così distante.

I GP fuori dall'Europa:

Partiamo dal Canada che potrebbe ancora ritrovarsi in calendario per metà ottobre, al GP del Canada potrebbero seguire quello di Cina, Bahrain e Abu Dhabi, ovviamente sempre nell'ultima parte della stagione, da ottobre a dicembre.

In ogni caso, mancano ormai pochi giorni all'inizio del Mondiale 2020 e alle nuove conferme o smentite che seguiranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *