Stai utilizzando ADBLOCK

PER FAVORE DISATTIVALO PER UTILIZZARE IL SITO

Hit enter after type your search item
Home / News / Coronavirus: forse c’è un italiano contagiato sulla nave da crociera

Coronavirus: forse c’è un italiano contagiato sulla nave da crociera

/
/
/
151 Views

Nelle scorse ore il bilancio ufficiale delle vittime del coronavirus in Cina è salito a 1.700. Un numero molto alto ed estremamente preoccupante.

Intanto, nel corso della giornata odierna sono arrivate delle novità dal Giappone. Infatti, i festeggiamenti dell’imperatore Naruhito sono appena stati annullati a causa del coronavirus. I festeggiamenti erano previsti per il fine settimana.

Italia:

A bordo della nave da crociera Diamond Princess cresce la tensione. Quello che abbiamo appreso nelle ultime ore è che tutti i passeggeri provenienti dagli Stati Uniti, Australia, Canada e Italia lasceranno a breve la nave.

I passeggeri:

Sono al momento tutti in quarantena. A bordo della nave ancorata lo scorso 5 febbraio al porto di Yokohama in Giappone, ci sono circa 3.700 persone. 355 di queste sono risultate positive ai test del coronavirus e adesso si trovano ricoverate in ospedale.

Proprio pochi minuti fa però, è arrivata una notizia che riguarda proprio la nave da crociera Diamond Princess. Fra i passeggeri a bordo c’è un italiano a bordo della nave, che risulta quindi, essere stato contagiato.

L’ha riferito Stefano Verrecchia. L’italiano a bordo della nave sarebbe partito con un volo americano, al momento infatti, sarebbe residente in America e sposato con una donna americano.

In questo momento potrebbe quindi essere il primo caso italiano a bordo della nave da crociera.

Intanto, altri 99 contagiati:Il numero dei contagiati sulla nave in quarantena cresce molto velocemente, adesso il totale è di 454.

Intanto, il 24 febbraio si terrà a Pechino la sedicesima sessione del Congressi nazionale del popolo. In una nota di Li Zhanshu si precisa che nel prossimo incontro si valuterà il divieto del commercio illegale di animali selvatici e si valuterà l’eliminazione delle brutte abitudini di consumare animali selvatici.

Il coronavirus

Potrebbe infatti, essere stato causato proprio da animali come i pipistrelli e poi diffusosi a macchia d’olio colpendo anche l’uomo.

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Pinterest

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :