Coronavirus, casi sospetti anche in Italia. 107 morti, contagio anche in Germania

Terrore anche in Italia per il Coronavirus. Il virus cinese infatti, potrebbe essere arrivato anche a Pistoia.

Una turista cinese di 53 anni proveniente da un paese molto vicino a Wuhan, è stata ricoverata nella giornata di ieri all'ospedale San Jacopo, a dare la notizia è stata l'Asl Toscana Centro.

La 53 enne viaggiava con altri turisti cinesi, tutti provenienti dalla provincia dell'Hubei a bordo di un autobus che si stava dirigendo a Lucca.

La turista

E' improvvisamente svenuta all'interno di un autogrill, accusando una sintomatologia molto simile a quella influenzale con una lieve febbre.

Un episodio simile si è verificato in provincia di Napoli.

Un 28 enne cinese, proveniente dalla provincia di Hubei si è recato in ospedale con sintomi molto simili a quelli del coronavirus.

Il giovane si è recato all'ospedale Pellegrini e si è subito attivato il protocollo previsto per le malattie infettive, infatti, in questo momento il personale medico sta verificando se possa trattarsi o meno del coronavirus, eseguendo dei tamponi.

Ma torniamo a Pistoia:

Il mezzo sul quale viaggiava la comitiva di turisti cinesi, come riferisce l'Asl in una nota, è stato fermato lungo l'area di servizio di Serravalle Pistoiese (A11).

All'arrivo del 118 è stato subito attivato dal personale sanitario la procedura prevista dal protocollo ministeriale in questi casi.

Mentre per quanto riguarda il caso sospetto a Napoli

Non si esclude ancora nessuna ipotesi, da quanto riferito il 28 enne sarebbe arrivato in Italia con il volo Wuhan - Fiumicino, atterrato la scorsa settimana.

Un altro caso, fortunatamente poi dimostratosi un falso allarme, sempre a Napoli, quando una donna di 63 anni proveniente dallo Sri Lanka si è recata in ospedale mostrando dei sintomi molto simili a quelli della malattia, la donna era tornata da un viaggio in Asia.

Molti italiani bloccati a Wuhan.

Per il momento è da escludere il trasferimento via terra per tutti gli italiani bloccati in Cina ed in particolar modo a Wuhan. La Farnesina sta comunque valutando, l'idea di un trasferimento aereo che potrebbe valutarsi molto complesso. Al momento comunque, tutti i nostri connazionali sarebbero in buone condizioni di salute.

Caso accertato in Germania:

Intanto, nelle prime ore di questa mattina è stato accertato un caso della malattia infettiva.

Un uomo tedesco, sarebbe stato contagiato da una persona che non presentava alcun sintomo della malattia.

Questo sarebbe un nuovo elemento, giunto a nostra conoscenza. La donna che ha contagiato l'uomo proveniva dalla Cina e stava quindi bene.

Uno spray anticontagio:

A Shanghai intanto, stanno cercando di sviluppare uno spray per proteggersi dal contagio.

Lo spray potrà essere spruzzato in gola, come un normale spray per combattere il mal di gola, ma ancora non si sa molto, anzi non si sa niente riguardo la sua efficacia.

Coronavirus, quali sono i sintomi?

  • tosse
  • febbre
  • difficoltà a respirare
  • sensazione di malessere generale

I sintomi iniziali quindi, sono identici ai sintomi influenzali, l'incubazione dura per un periodo che varia dai 10 ai 14 giorni.

Come avviene il contagio?

Al momento, quello che sappiamo è che il virus può essere trasmesso da persona a persona.

Lo ritroviamo però anche nel mondo animale per poi trasferirsi all'uomo con un contatto a diretto. Infatti, i primi ad ammalarsi sono stati coloro che hanno frequentato dei mercati con esemplari di animali in vita.

La diffusione iniziale infatti, potrebbe riguardare i serpenti, anche se questo non è ancora stato accertato.

Ma come avviene esattamente il contagio e come ci si può proteggere?

Date le ultime notizie, il contagio potrebbe avvenire anche trovandosi in una stanza, con una persona affetta da coronavirus.

Per evitare di entrare in contatto, basterà seguire alcune regole basilari.

  • Lavarsi le mani molto spesso
  • usare solo fazzoletti usa e getta
  • buttare i fazzolettini usati in cestini
  • lavare sempre frutta e verdura prima di consumarla
  • non mangiare carne cruda o comunque poco cotta
  • non bere bevande non imbottigliate
  • evitare di andare nei mercati dei prodotti alimentari freschi
  • evitare contatti con chi ha dei sintomi sospetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.