Stai utilizzando ADBLOCK

PER FAVORE DISATTIVALO PER UTILIZZARE IL SITO

Hit enter after type your search item
Home / News / Come fare il lievito madre in casa

Come fare il lievito madre in casa

/
/
/
143 Views

Questo è sicuramente un momento difficile nel quale bisogna reinventarsi, oggi vi proporrò una ricetta che in realtà è una guida, molto semplice. Come fare il lievito madre a casa.

Prima di iniziare però, dobbiamo capire le differenze tra il lievito di birra e il lievito madre, quest’ ultimo è un tipo di lievito composto semplicemente da acqua e farina, risulta più digeribile rispetto al primo e si conserva mediamente più a lungo rispetto al lievito di birra.

Come si prepara il lievito madre a casa?

Sicuramente uno degli ingredienti fondamentali per preparare il lievito madre è la pazienza! ebbene sì, dovrete armarvi di molta pazienza!

Ma passiamo agli ingredienti veri e propri che fondamentalmente sono due:

  • 200 grammi di farina
  • 100 ml di acqua (che dovrà essere tiepida)

Prima di tutto dovrete mettere in un recipiente abbastanza capiente la farina e aggiungere l’acqua un poco alla volta e iniziate a lavorare fino a quando il vostro impasto non sarà diventato morbidissimo.

Adesso, prendete un barattolo di vetro leggermente infarinato e mettete il vostro impasto, sulla superficie andrà inciso un taglio a forma di croce.

Coprite il vostro contenitore con una pellicola trasparente o con un panno.

Dovrete lasciare riposare il vostro impasto per 48 ore ad una temperatura di circa 25 gradi.

Una volta

Trascorse le 48 ore, il vostro lievito inizierà a gonfiarsi e all’interno dell’impasto troverete come degli alveoli. Prendete 200 gr di impasto e aggiungete al barattolo 200 grammi di farina e 100 ml di acqua, lasciatelo riposare ancora per almeno 2 giorni, la procedura va ripetuta diverse volte, vorrà dire rinfrescare il lievito madre per circa due settimane.

Come conservarlo:

Il lievito madre va conservato in un barattolo coperto dal coperchio o con una pellicola, se lo utilizzerete ogni giorno basterà conservarlo a temperatura ambiente, però in questo caso dovrete rinfrescarlo tutti i giorni.

Potete anche metterlo in frigo, in questo caso potete rinfrescarlo anche una volta a settimana, sempre se non lo utilizzate ogni giorno.

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Pinterest

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :