Chi erano i Maya? La fine del mondo è prevista per il 21 giugno 2020 - La storia

La fine del mondo è davvero vicina? Secondo i Maya sì ed è prevista per il 21 giugno 2020, almeno secondo una rilettura del calendario Giuliano, in questo momento infatti, tecnicamente siamo nel 2012 perchè diversi giorni sarebbero andati persi con il passaggio al calendario Gregoriano.

Ma chi erano i Maya e qual è la loro storia?

Da sempre affascinate e un pò misteriosa la civiltà Maya è stata sin da subito una civiltà molto avanti nonostante la mancanza di strumenti innovativi. Una civiltà che purtroppo ha avuto vita molto breve ed è scomparsa in circostanze poco chiare.

Se in Europa, Asia e Africa nascevano Imperi e nuove culture, in quella che oggi è l'America Latina, nasceva un altro mondo ignaro fino al 1492, quando Cristoforo Colombo scoprì l'America. Un mondo sconosciuto. I Maya erano infatti una popolazione arrivata da Nord intorno al 2000 a.C, abbandonato lo stile di vita nomade, si stanziò tra Yucatan, in Messico e il Guatemala.

Chi erano i Maya?

Sappiamo molto poco di questa civiltà, però la loro espansione non avvenne come un Impero unito, ma attraverso la nascita di diverse Città - Stato tutte indipendenti tra loro, senza alcuna rivalità o guerre, a differenza dell'antica Grecia.

Nei centri urbani Maya, la classe dominante era composta da nobili e sacerdoti, al di sopra di tutti c'era un re, trattato come un semidio.

Il resto dei cittadini si divideva tra coltivatori (soprattutto di mais) artigiani e mercanti.

Lo sviluppo dei Maya:

Quali erano gli alimenti base dei Maya? sappiamo che erano fagioli, cacao e mais. Per quanto riguarda invece, gli "accessori" possiamo dire che questo popolo era molto bravo ad incidere, soprattutto sui monili ed erano anche abili intagliatori di oro, soltanto però a scopo decorativo perchè ancora non esisteva la moneta nella loro cultura.

Le guerre non erano all'ordine del giorno a differenza di altri popoli, la cultura invece sì e i Maya riuscirono a creare una vera e propria città monumentale, grazie alla costruzione di enormi edifici di pietra.

La religione invece, era molto importante per questa antica popolazione, lo dimostrano i monumenti e i palazzi, che costruirono in onore alle divinità. Le più famose, le piramidi erette per il dio Sole, piramidi molto simili a quelle presenti oggi in Egitto.

L'astronomia secondo i Maya:

Se sotto un certo punto di vista erano particolarmente arretrati, ad esempio, l'aratro era sconosciuto, i cavalli anche. Sotto l'aspetto culturale sono stati grandi matematici e astronomi.

Senza l'ausilio di un telescopio, sono riusciti a creare un calendario solare molto preciso, composto da 365,242 giorni. Oltre a questo, riuscirono a prevedere catastrofi ed eventi futuri.

Furono invasi dagli spagnoli nel '500, anche se ormai i Maya erano in declino. Ma perchè nonostante tutto questo popolo ebbe vita breve?

Negli anni non sono sicuramente mancate le ipotesi, anche quelle che i Maya potessero essere degli alieni giunti sulla Terra per conquistarla e che, ad un certo punto, pentiti, tornarono indietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *