Stai utilizzando ADBLOCK

PER FAVORE DISATTIVALO PER UTILIZZARE IL SITO

Hit enter after type your search item
Home / News / Autobus in fiamme a Milano: la ricostruzione di cosa è successo in quei minuti di terrore

Autobus in fiamme a Milano: la ricostruzione di cosa è successo in quei minuti di terrore

/
/
/
191 Views

Cosa è successo esattamente in quei 50 minuti di terrore  che ieri si sono vissuti a Milano, in una giornata come tante, che procedeva normalmente, fino a quando il folle gesto dell’autista di un autobus milanese, ha scatenato il terrore negli occhi di tutti, passeggeri e non, andiamo a vedere cosa sarebbe successo esattamente su quell’autobus.

50 minuti:

Sono da poco passate le 11 del mattino, quando su un autobus come tanti a Milano, si trovavano 51 ragazzi della scuola media Vailatti di Crema, a bordo c’era anche un professore, stavano tornando in classe dopo la lezione di educazione fisica.

Più avanti, al volante c’è Ousseynou Sy, fa questo mestiere da 15 anni e tanti anni ha percorso questa breve tratta di strada.

Ad un certo punto però, Sy devia e sequestra l’autobus con a bordo i 51 ragazzi, dicendo di essere diretto all’aeroporto di Linate, e minacciando tutti coloro che sono presenti sull’autobus.

Ordina al professore presente sull’autobus di legare tutti i ragazzi, minacciandoli con un coltello, nel mentre cosparge il mezzo di trasporto di benzina, sequestra tutti i cellulari ai ragazzi e alla bidella, presenti sull’autobus .

Uno di loro però, riesce ad acciuffarne uno e a dare l’allarme chiamando i genitori e le forze dell’ordine, che arrivano sul posto subito.

L’autista dell’autobus però accende il mezzo e cerca di speronare le auto di soccorso, ma ne trova altre 3 che lo bloccano e fermano la sua corsa, mettendo in salvo i 51 ragazzi, il professore e la bidella presenti sul mezzo.

Chi è Ousseynou Sy, l’autista dell’autobus?

E’ di origini senegalesi l’autista del folle gesto, ed ha 47 anni,  è in possesso della cittadinanza italiana dal 2004, vive in Italia da molti anni, era legato ad una donna italiana dalla quale si è separato, ha dei precedenti penali, ma nessuno di questi legati a questa tipologia di reati.

Ma quali sarebbero stati i motivi del gesto?

Prima di appiccare il fuoco, avrebbe urlato: “voglio farla finita, vanno fermate le morti nel mar mediterraneo” . Sarebbe stato quindi questo a far compiere il folle gesto all’autista dell’autobus di origini senegalesi.

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Pinterest

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :